Sbiancamento dentale

sbiancamento dentale

E’ un trattamento estetico che aiuta a migliorare e rendere più gradevole il sorriso. Questo trattamento consiste nell’eliminazione di pigmentazioni esogene intrinseche della struttura dentale, accumulatesi durante l’arco della vita attraverso la dieta (caffè, the, cioccolata, vino ecc..) le abitudini viziate (fumo) e l’avanzare dell’età (assottigliamento dello smalto e incremento della dentina). L’agente sbiancante utilizzato nel trattamento può variare a seconda dei casi:
– perossido di idrogeno (dal 20% al 38%)
– perossido di carbammide
– perborato di sodio e ossido di calcio
Il processo sbiancante si esplica attraverso la liberazione, da parte del gel a base di perossidi, di molecole di ossigeno e radicali che vanno a “rompere” i doppi legami carbonio delle macchie ovvero quei legami che le rendono visibili ai nostri occhi, scindendoli in legami semplici ed incolori.
Esistono 2 tipi di sbiancamento:
TRATTAMENTO AMBULATORIALE: come dice la parola stessa viene effettuato in studio alla poltrona con la supervisione di un professionista. Solitamente ha la durata di un ora e si eseguono in media 2-3 sedute.
TRATTAMENTO DOMICILIARE: in questo caso è necessario prendere le impronte delle arcate dentarie sulle quali poi vengono realizzate delle mascherine personalizzate. Quest’ultime, vengono riempite con il gel sbiancante direttamente dal paziente a casa, posizionate in bocca e tenute in sede per tutta la notte (tempo di posa 6-8 ore) per un periodo che va da 2 settimane ad un massimo di 3 mesi.
Il trattamento sbiancante risponde ad alcuni criteri di esclusione come ad esempio la presenza di carie, placca e tartaro, tali situazioni necessitano di una risoluzione preventiva mediante la terapia causale. Qualora il paziente decida di sottoporsi al trattamento, si rende necessaria una visita di controllo pre-trattamento per una valutazione.
Il risultato dello sbiancamento è soggettivo, in quanto dipende dallo stile di vita (abitudini viziate) e dalla dieta del paziente. La necessità di ritrattamento può variare da 1 a 3 anni.
Secondo recenti studi si è dimostrato che la maggior parte dei prodotti sbiancanti professionali contenenti perossidi non hanno effetti sulla morfologia, la chimica, la micro durezza e l’ultrastruttura dello smalto e della dentina.

L’unico effetto collaterale che può insorgere è l’aumento transitorio lieve/moderato della sensibilità dentale che può durare da poche ore ad un massimo di 2 giorni.